"John è così motivato. Ha avuto un buon fine della stagione lo scorso anno, ma si vede che è tornato nella sua top della forma, "ha detto. "Ho trovato quello che sono bravo, e che sta cercando di arrivare in profondità in finale ai classici e aiutare John lì. Abbiamo una delle più forti squadre per i classici, e so che John è molto entusiasta di tornare. Aspetterò di vedere esattamente ciò che il mio lavoro sarà per i classici, ma sarà sicuramente guardare fuori per altri piloti.

 

"Abbiamo anche Jasper [Stuyven], che è pronto a fare un passo avanti, e otterrà le sue possibilità", ha continuato. "John è uno dei migliori al mondo, ha già vinto due monumenti già, per cui vi è una buona possibilità per la squadra. Ognuno cercherà di noi. La sensazione è che abbiamo una squadra per fare alcuni grandi risultati quest'anno. Siamo pronti per questo ".

 

Dopo Dubai, de Kort torna in Europa per un programma di corsa piena. Ciò significa dare una mano dove si può; nei classici, negli sprint o di essere un capitano di strada in corse a tappe. A 34 anni, non sta rallentando ancora, ma ammette di essere sorpreso alcuni dei giovani professionisti che corrono a livello WorldTour.

 

"Stavo pensando che l'altro giorno, anche per i ragazzi nati nel 1990, che è 27 ora," ha detto. "Nato nel 1990? Che si sente ancora come bambini piccoli a me, in modo che solo dire che sto diventando veramente vecchio! "